Comunicare dati aziendali ai sindacati: attenzione!

La Corte di Cassazione con una sentenza del 21 gennaio 2013 ha dichiarato inammissibile il ricorso di un lavoratore licenziato per aver comunicato ai sindacati il contenuto di informazioni aziendali riservati.

Il lavoratore era stato licenziato dopo aver divulgato a terzi (sindacalisti) il contenuto di una e-mail riguardante costi, margini e strategie di potenziale aggiudicazione di un contratto da parte di una società di engineering.

La difesa del dipendente sosteneva che il carattere di “riservato” era una formula di stile e che l’e-mail non conteneva nessun segreto, inoltre i sindacalisti non potevano essere considerati “soggetti terzi”.

La Corte indica che un simile comportamento implica la violazione della segretezza della corrispondenza aziendale per cui è applicabile l’art. 24 del Ccnl di categoria, il quale prevede il licenziamento.

Allora lavoratori stiamo molto attenti!

Testo integrale della sentenza: http://static.ilsole24ore.com/DocStore/Professionisti/AltraDocumentazione/body/13700001-13800000/13764013.pdf

Annunci

Pubblicato il 23 gennaio 2013, in Sentenze con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: